Hostel Archi Rossi

La nostra storia

L'ostello Archi Rossi fin dalla sua nascita è sempre stato a gestione familiare, fu riaperto nel 1994 dopo intensi lavori di restauro da Pietro Noto e sua moglie Lina di Giacomo, sono subentrati poi nella gestione della struttura la figlia Angela, i di lei figli Marco e Leonardo e il marito Carlo.

L'idea di proporre un alternativa agli hotel del centro aprendo un ostello per i viaggiatori nasce da lontano prendendo spunto dagli antichi spedali che gia si trovavano in via Faenza dal tardo 1300 che servivano come i primi punti di ristoro riposo e sosta per i viaggiatori che arrivavano numerosi a Firenze, lo spirito dell'ostello è rimasto immutato e riprende spunto da questi antichi antenati albergatori che si prodigavano nell accogliere chiunque arrivasse a qualsiasi ora della giornata.

Nonno Pietro

L'ostello Archi Rossi fin dalla sua nascita è sempre stato a gestione familiare, fu riaperto nel 1994 dopo intensi lavori di restauro da Pietro Noto e sua moglie Lina di Giacomo, sono subentrati poi nella gestione della struttura la figlia Angela, i di lei figli Marco e Leonardo e il marito Carlo.

L'idea di proporre un alternativa agli hotel del centro aprendo un ostello per i viaggiatori nasce da lontano prendendo spunto dagli antichi spedali che gia si trovavano in via Faenza dal tardo 1300 che servivano come i primi punti di ristoro riposo e sosta per i viaggiatori che arrivavano numerosi a Firenze, lo spirito dell'ostello è rimasto immutato e riprende spunto da questi antichi antenati albergatori che si prodigavano nell accogliere chiunque arrivasse a qualsiasi ora della giornata.

Perchè si chiama 'ARCHI ROSSI'?

L'ostello Archi Rossi fin dalla sua nascita è sempre stato a gestione familiare, fu riaperto nel 1994 dopo intensi lavori di restauro da Pietro Noto e sua moglie Lina di Giacomo, sono subentrati poi nella gestione della struttura la figlia Angela, i di lei figli Marco e Leonardo e il marito Carlo.

L'idea di proporre un alternativa agli hotel del centro aprendo un ostello per i viaggiatori nasce da lontano prendendo spunto dagli antichi spedali che gia si trovavano in via Faenza dal tardo 1300 che servivano come i primi punti di ristoro riposo e sosta per i viaggiatori che arrivavano numerosi a Firenze, lo spirito dell'ostello è rimasto immutato e riprende spunto da questi antichi antenati albergatori che si prodigavano nell accogliere chiunque arrivasse a qualsiasi ora della giornata.

Di Via Faenza...

Una via che data la sua vicinanza alle mura di Firenze e a porta faenza una delle vie d'accesso a Firenze è sempre stata dedita all'ospitalità per i viaggiatori con numerose taverne e locande.

L'edificio dove sorge l'attuale ostello fa parte di una di questi storici punti di sosta dentro le stanze e nelle aree comuni si respira storia e arte, nel giardino così come nei tempi passati si può passare del tempo leggendo buoni libri, progettando le mete future o conversando con gli altri viaggiatori.

Da quando abbiamo riaperto la struttura cerchiamo di offrire ai nostri clienti la stessa ospitalità che si respirava un tempo.

Scoprici

Informazione utile

Contattaci!

> per le prenotazioni

> Per domande generale

Social Network

  • Trip Advisor Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • Google Places Icona sociale
  • Instagram Social Icon

Do Not Travel To Escape Life, But Travel So That Life Doesn't Escape You

© 2017 by Unbina, All rights reserved.